Upgrade to Pro — share decks privately, control downloads, hide ads and more …

Migrare a LibreOffice: si può fare, si deve fare

1893efccae15a9f08b504c552a90d7ac?s=47 Italo Vignoli
September 27, 2013

Migrare a LibreOffice: si può fare, si deve fare

Tutte le presentazioni dell'evento di venerdì 27 settembre a Palazzo Marino, nella sequenza dell'evento stesso.

1893efccae15a9f08b504c552a90d7ac?s=128

Italo Vignoli

September 27, 2013
Tweet

Transcript

  1. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Italo

    Vignoli Migrare a LibreOffice: si può fare, si deve fare
  2. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare The

    Document Foundation e LibreOffice
  3. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare The

    Document Foundation
  4. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Advisory

    Board
  5. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare LibreOffice

    Conference
  6. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare LibreOffice

  7. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Software

    Libero Grazie al software libero, abbiamo: •Firefox e Google Chrome •Wikipedia, e tutti i progetti collegati come Wikibooks •Licenze Creative Commons •Android e la competizione nel mondo degli smartphone
  8. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Crescita

    dei Committer Sep 11 Oct 11 Nov 11 Dec 11 Jan 12 Feb 12 Mar 12 Apr 12 May 12 Jun 12 Jul 12 Aug 12 Sep 12 Oct 12 Nov 12 Dec 12 Jan 13 Feb 13 Mar 13 Apr 13 May 13 Jun 13 Jul 13 Aug 13 0 25 50 75 100 125 150 175 200 225 250 275 300 325 350 LibreOffice Code Committers per Month total number of developers active during the previous 12 months total number of developers committing during the month trend line: from close to 70 to over 100 in 24 months
  9. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Coda

    Lunga dello Sviluppo 1 21 41 61 81 101 6 11 16 26 31 36 46 51 56 66 71 76 86 91 96 106111 116121 126131 136141 146151 156161 166171 176181 186191 196201 206211 216221 226231 236241 246251 256261 266271 276281 286291 296301 306311 316321 326331 336341 346351 0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 Long Tail of LibreOffice Development (last 12 months) Devs with 50+ Commits Caolán McNamara (Red Hat) Tor Lillqvist (Collabora) Stephan Bergmann (RedHat) Michael Stahl (RedHat) Kohei Yoshida (Collabora) Markus Mohrhard (Volunteer) David Tardon (RedHat) Miklos Vajna (Collabora) Noel Grandin (Volunteer) Andras Timar (Collabora) Luboš Luňák (Collabora) Julien Nabet (Volunteer) Matúš Kukan (Volunteer) Eike Rathke (RedHat) Michael Meeks (Collabora) Fridrich Štrba (SUSE) Norbert Thiebaud (Volunteer) Peter Foley (Volunteer) Thomas Arnhold (Volunteer) Lionel Elie Mamane (Volunteer) Jan Holesovsky (Collabora) Noel Power (SUSE) Takeshi Abe (Volunteer) Cédric Bosdonnat (SUSE) Rafael Dominguez (Volunteer) Armin Le Grand (AOO) Zolnai Tamás (Volunteer) Andrzej J.R. Hunt (Volunteer) Bjoern Michaelsen (Canonical) Ivan Timofeev (Volunteer) Xisco Fauli (Volunteer) Andre Fisher (AOO) Thorsten Behrens (SUSE) Chris Rossmanith (Volunteer) Marcos de Sousa (Volunteer) David Ostrovsky (Volunteer) Tomaž Vajngerl (Volunteer) Khaled Hosny (Volunteer) Ariel Constenla-Haile (AOO) Ricardo Montania (Volunteer) Petr Mladek (SUSE) Antonio Fernandez (Volunteer) Javier Fernandez (Volunteer) Rene Engelhard (Volunteer) Philipp Riemer (Volunteer) Radek Doulik (Volunteer) Siqi Liu (Volunteer) Arnaud Versini (Volunteer) Olivier Hallot (Volunteer)
  10. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Quanto

    Vale LibreOffice
  11. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Confronto

    tra Suite Word - Excel - PowerPoint verso Writer - Calc - Impress + Draw 90% delle funzionalità sono identiche o molto simili 10% delle funzionalità sono diverse o esclusive
  12. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Interoperabilità

    ?
  13. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Open

    Document Format •LibreOffice utilizza OpenDocument Format, standard ISO per i documenti da ufficio •I documenti saranno sempre accessibili, in modo indipendente dal software, perché il formato è gestito da OASIS (di cui The Document Foundation è membro), un consorzio indipendente di aziende •OpenDocument è il formato del futuro, e anche Microsoft Office lo supporta dalla primavera del 2009
  14. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Formato

    Proprietario •Progettato per essere manipolato dal software di un unico produttore •E' una serializzazione diretta delle strutture dei dati in memoria •Risultato: nella realtà, il software è il formato! •Gli utenti prendono in prestito i contenuti dal vendor attraverso la licenza del formato
  15. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Veri

    e Falsi Standard Aperti OOXML Microsoft Office 2013 ODF LibreOffice
  16. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Cosa

    Significa "Migrazione"
  17. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Migrazione

    ≠ Sostituzione
  18. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Migrazione

    = Cambiamento
  19. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Curva

    del Cambiamento
  20. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Ridurre

    la Resistenza
  21. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Curva

    del Cambiamento Gestito
  22. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Perché

    Migrare a LibreOffice
  23. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Testo

    dell’Art. 68 del CAD 1. Le pubbliche amministrazioni acquisiscono programmi informatici o parti di essi nel rispetto dei principi di economicità e di efficienza, tutela degli investimenti, riuso e neutralità tecnologica, a seguito di una valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico tra le seguenti soluzioni disponibili sul mercato: •software sviluppato per conto della pubblica amministrazione; •riutilizzo di software o parti di esso sviluppati per conto della pubblica amministrazione; •software libero o a codice sorgente aperto; •software fruibile in modalità cloud computing; •software di tipo proprietario mediante ricorso a licenza d'uso; •software combinazione delle precedenti soluzioni. 1-bis. A tal fine, le pubbliche amministrazioni prima di procedere all'acquisto, secondo le procedure di cui al codice di cui al D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, effettuano una valutazione comparativa delle diverse soluzioni disponibili sulla base dei seguenti criteri: • costo complessivo del programma o soluzione quale costo di acquisto, di implementazione, di mantenimento e supporto; • livello di utilizzo di formati di dati e di interfacce di tipo aperto nonché di standard in grado di assicurare l’interoperabilità e la cooperazione applicativa tra i diversi sistemi informatici della pubblica amministrazione; • garanzie del fornitore in materia di livelli di sicurezza, conformità alla normativa in materia di protezione dei dati personali, livelli di servizio tenuto conto della tipologia di software acquisito. 1-ter. Ove dalla valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico, secondo i criteri di cui al comma 1-bis, risulti motivatamente l'impossibilità di accedere a soluzioni già disponibili all'interno della pubblica amministrazione, o a software liberi o a codici sorgente aperto, adeguati alle esigenze da soddisfare, è consentita l'acquisizione di programmi informatici di tipo proprietario mediante ricorso a licenza d'uso. La valutazione di cui al presente comma è effettuata secondo le modalità e i criteri definiti dall'Agenzia per l'Italia digitale, che, a richiesta di soggetti interessati, esprime altresi parere circa il loro rispetto.
  24. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Motivazioni

    Tecniche •Grande facilità nella personalizzazione e nella creazione di strumenti di automazione •Applicazione Open Source con disponibilità dei sorgenti •Uso di formati documentali standard (ISO/IEC 26300), che garantiscono interoperabilità e integrazione negli ambienti eterogenei •Compatibilità con i tutti formati di Microsof •Maggior controllo sull'infrastruttura IT e quindi libertà di scegliere le tecnologie più adatte dei diversi fornitori
  25. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Motivazioni

    Economiche •Controllo sui costi di licenza che libera risorse per investimenti in altre aree IT •Miglior controllo sull'obsolescenza della tecnologia (decide l'IT manager quando cambiare e non il fornitore) •Maggior flessibilità nella pianificazione degli investimenti •Impegni graduali di spesa e durata dell'investimento •Pianificazione dell'obsolescenza del software
  26. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Esperienze

    di Migrazione
  27. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Monaco

    di Baviera
  28. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Limerick

    (Irlanda)
  29. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Las

    Palmas (Canarie)
  30. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Governo

    Francese
  31. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Comunitat

    Valenciana
  32. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Regione

    Umbria
  33. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Provincia

    di Perugia
  34. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Provincia

    di Bolzano
  35. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Provincia

    di Cremona
  36. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Provincia

    di Macerata
  37. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Comune

    di San Benedetto del Tronto
  38. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare CISL

  39. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Protocollo

    di Migrazione
  40. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Flusso

    della Migrazione ANALISI IMPACT TEST ESECUZIONE MIGRAZIONE Task Critici Linee Guida Test Obiettivi della fattibilità Soluzione dei Task critici TCO e ROI Valutazione dei Rischi Pre-Requisiti Revisione del Programma Processo Manutenzione FINE MIGRAZIONE MANUTENZIONE STUDIO DI FATTIBILITA'
  41. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Protocollo

    di Migrazione
  42. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Certificazione

  43. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Certificazione

    •Sviluppo: attiva da novembre 2012 •Migrazione: attiva dal primo trimestre 2014 •Training: attiva dal primo trimestre 2014 •Supporto: attiva nella seconda metà del 2014
  44. La patente europea del computer 3000 Test Center in Italia,

    accreditati da AICA
  45. ECDL Open Source esempi di casi concreti Università di Torino

    Scuola di Management ed Economia, prof. Sergio Margarita Da quasi 10 anni propone la certificazione “due in uno”; lo studente dimostra di: • saper usare il computer • conoscere gli applicativi “open” Istituto T. Confalonieri di Monza “Comprensivo” (già scuola media statale), prof. Fabio Frittoli Nel 2012-13 ha sperimentato la nuova ECDL su Ubuntu 12.04 e LibreOffice coinvolgendo 50 ragazzi di 2a media
  46. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Comunità

    Italiana
  47. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Comunità

    LibreItalia
  48. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Fondazione

    LibreItalia
  49. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Fondazione

    LibreItalia •Fondazione di Partecipazione •Coordina le attività della comunità italiana •Promuove l'uso di LibreOffice a tutti i livelli •Organizza le attività di comunicazione •Gestisce le attività di marketing
  50. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Italo

    Vignoli skype italovignoli - gtalk italo.vignoli@gmail.com italo@documentfoundation.org - mob +39 348 5653829 italo@libreitalia.it - italo@libreoffice.org Riferimenti
  51. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Quadro

    normativo di riferimento L'art. 68 CAD Carlo Piana, Array http://arraylaw.eu
  52. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Chi

    vi parla •Avvocato, mi occupo dal 1995 di Information Technology law e TLC •General Counsel (esterno) della Free Software Foundation Europe •Fautore e attivista delle libertà digitali •Membro del Gruppo di lavoro Art. 68 in Agenzia Digitale •Utente di Libreoffice della prima ora, prima di Openoffice.org e prima ancora di Staroffice (ai tempi di Star Division) •Editor della International Free and Open Source Software Law Review (Ifosslr)
  53. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Come

    è cambiato l'art. 68 •All'inzio c'era la Commissione Meo •Documento finale: il software sia scelto sulla base “value for money” •“Direttiva Stanca”: primo riconoscimento espresso della possibilità di acquisire Software Libero (“a sorgente aperto”) •2005: Art. 68 CAD • “acquisiscono, secondo le procedure previste dall'ordinamento, programmi informatici a seguito di una valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico tra le seguenti soluzioni disponibili sul mercato: [...] d) acquisizione di programmi informatici a codice sorgente aperto;”
  54. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Primo

    intervento: gerarchia (luglio 2012) 1. Le pubbliche amministrazioni acquisiscono programmi informatici o parti di essi a seguito di una valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico tra le seguenti soluzioni disponibili sul mercato: a) software sviluppato per conto della pubblica amministrazione; b) riutilizzo di software o parti di esso sviluppati per conto della pubblica amministrazione; c) software libero o a codice sorgente aperto; d) software combinazione delle precedenti soluzioni. Solo quando la valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico dimostri l'impossibilita' di accedere a soluzioni open source o gia' sviluppate all'interno della pubblica amministrazione ad un prezzo inferiore, e' consentita l'acquisizione di programmi informatici di tipo proprietario mediante ricorso a licenza d'uso. La valutazione di cui al presente comma e' effettuata secondo le modalita' e i criteri definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale, che, a richiesta di soggetti interessati, esprime altresi parere circa il loro rispetto".
  55. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Caratteristiche

    •Preferenza per le soluzioni interne e software libero •In caso di impossibilità, “a prezzo inferiore” è consentita acquisizione di software proprietario •La norma è visibilmente raffazzonata, confusa, non chiara •Fa riferimento a “prezzo”, ma ovviamente in FOSS e riuso il prezzo è 0
  56. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Dicembre

    2012, “Cresci Italia” (eh, magari!) •Conversione Decreto Legge •Il DL non presenta modificazioni al CAD •In Commissione viene presentato un emendamento per aggiungere “cloud computing •Altri emendamenti vengono proposti, viene approvato un emendamento di compromesso che “esplode” l'art. 68 in tre sottocommi, introducendo criteri di valutazione comparativa al posto del “prezzo” (Bubbico-Vicari) •Emendamento 1800 (Fiducia del Governo) riprende l'emendamento di compromesso
  57. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Versione

    attuale •Comma 1, ripristinato (+cloud) •Comma 1 bis, tre criteri valutazione comparativa •Costo complessivo (acquisto implementazione, mantenimento, supporto) •Aderenza standard, interoperabilità •Garanzie del “fornitore” •Comma 1 ter: ove dalla valutazione emerga l'impossibilità di acquisire soluzioni e FOSS in riuso adeguate, possibile [altre soluzioni]
  58. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Agenzia

    Digitale •Fissa “modalità e criteri” valutazione comma 1 ter, •indirettamente quelli del 1 bis, richiamati da 1 ter •Fornisce pareri, anche a richiesta di terzi interessati (dove non obbligatori per legge) •Ha istituito un tavolo di lavoro a tale proposito •Fine lavori: luglio (in realtà a settembre) •Consultazione “beta” seguita da pubblica
  59. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Algoritmo

    decisorio PA •Quesito 1: “make or buy”? •Quando? •Come? •Quesito 2: “è (im)possibile adottare soluzioni in riuso/FOSS”? •Quesito 3: Quale soluzione in concreto scegliere
  60. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Quesito:

    impossibilità •Impossibilità relativa •Valutata sulla base di valutazione comparativa (ad alto livello) su soluzioni disponibili •Ma non semplice criterio di preferenza tra soluzioni alternative •Esplicitare motivi per non aver “pescato” tra riuso e FOSS (complain or explain) •Possibile impugnazione decisione per violazione di legge / mancata motivazione / irrazionalità
  61. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Criteri

    per valutazione •Categorie disomogenee, valutazioni non allineabili •es: “qualità del codice” in soluzioni proprietarie senza accesso al codice? •In certi casi solo apparente: es. Garanzie fornitore? •Riuso: condizioni di assistenza in gara •FOSS: vendor commerciali anche per questi •Discrezionalità tecnica
  62. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Lock-in

    e costi migrazione •Il lock-in è problema serio, migliore soluzione oggi, ma domani? •Evoluzione tecnica •Monopolio legale, impossibilità di offerte competitive •Le nuove soluzioni dovrebbero sempre esplicitare i costi di uscita (migrazione, selezione altri manutentori), altrimenti si dà premio a lock-in esistente o futuro •I costi di uscita dall'esistente non devono essere imputati alla soluzione entrante (sono sunk costs), ma alla soluzione uscente (in UK, si ipotizza una “shadow fee”)
  63. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Bonus

    slide: Cloud??? •Conclusione preliminare: il Cloud è sia una tecnologia che una modalità •Cloud private: tecnologia •controllo e gestisco il codice •Cloud pubbliche (SaaS): modalità •Controllo solo attraverso i servizi e le configurazioni “esposti” •Cloud ibride: caso per caso, layer per layer •“Open source” nel cloud ha un significato diverso, non solo codice, ma servizi, interoperabilità, portabilità, controllo, lock-in evitato.
  64. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Conclusione

    •Migrare a LibreOffice si può fare e (tranne in casi eccezionali e motivati) si deve fare, almeno nel caso in cui occorra rinnovare le licenze del “vecchio” •Rivoluzione copernicana: soluzioni proprietarie sono un'eccezione
  65. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Grazie

    per l'attenzione! Per contatti: http://arraylaw.eu * (*) se no, chiedete su Internet, mi conoscono
  66. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare LibreUmbria:

    12 mesi di storia Sonia Montegiove, Provincia di Perugia
  67. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Migrare

    è... “Partire è la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia per colui che sa dare valore alla libertà ” E. Eberhardt
  68. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Un

    viaggio chiamato LibreUmbria Per partire si deve avvertire il bisogno di cambiare (in meglio) Foto di darkmavis, Flickr
  69. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Dove

    andare? Per decidere la meta e non perdersi c'è bisogno di consigli
  70. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Meglio

    soli o in compagnia? In compagnia. L'Umbria decide di adottare il software libero
  71. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare In

    valigia... 5+5 buone ragioni:
  72. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare 1°

    tappa: la città di Analisi Da vedere: ✔ Interazione con Programmi Esistenti ✔ Fabbisogni Formativi ✔ Parco Macchine
  73. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Rifornimento:

    ci vuole Comunicazione Obiettivi, Modalità, Tempi Interazione Coinvolgimento Foto di greatcordy, Flickr
  74. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Pit

    stop: ci servono le guide Reclutiamo formatori interni
  75. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare 2°

    tappa: la splendida città di Formazione
  76. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Pit

    stop: serve installazione efficace Elaborazione di linee guida per installazioni automatizzate Foto di David Robert Bright, Flickr
  77. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare 3°

    tappa: la valle dell'Assistenza Non sentirsi soli in viaggio è fondamentale... Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr
  78. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Pit

    stop: personalizzare per migliorare Una funzione per la firma digitale da Writer, per iniziare... Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr
  79. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Arrivati

    a La Comunità Una comunità destinata a crescere... Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr 500 utenti formati ad oggi entro fine anno 1.150 (solo Provincia di Perugia)
  80. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Se

    ci guardiamo indietro... Per gli ostacoli basta organizzarsi... Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr
  81. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Salite

    a bordo! Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr La meta vale il viaggio Foto di J ody Art, Flickr
  82. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Condividiamo

    ciò che abbiamo fatto Foto di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr “Prendi le migliori cose fatte dagli uomini e copiale, noi abbiamo sempre ammesso di copiare spudoratamente le grandi idee ” Steve Jobs
  83. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Foto

    di David Robert Bright, Flickr Foto di thetasha, Flickr Foto di Lorenzo T., Flickr Grazie! @libreumbria www.libreumbria.it sonia.montegiove@provincia.perugia.it LibreUmbria Migrazione dell'Umbria a LibreOffice
  84. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Erwin

    Pfeifer, Paolo Dongilli Ripartizione Informatica Provincia Autonoma di Bolzano Migrare a LibreOffice si può, si deve fare! LibreOffice Conference 2013 Milano, 23 settembre 2013 LibreOffice nella Provincia Autonoma di Bolzano
  85. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Gli

    inizi •2003: il Consorzio dei Comuni dell'Alto Adige aveva già installato il papà di LibreOffice sulle proprie postazioni •2004: Piano d'azione per lo sviluppo della società dell'informazione in Alto Adige eSüdtirol 2004-2008 •2004: tutte le 7.500 postazioni della Provincia Autonoma di Bolzano installano il papà di LibreOffice •2005: tutti i 3.300 PC delle scuole in lingua italiana di ogni ordine e grado, utilizzano esclusivamente Software Libero per la didattica (progetto FUSS)
  86. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    formato ODF … e i suoi nemici •Riconosciuto tra i formati di interscambio nelle pubbliche amministrazioni in Alto Adige. •In molti ambiti non utilizzato attivamente per la presenza sui PC del SUN ODF Plugin.
  87. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Le

    motivazioni per migrare (1/2) •Questioni etiche? No. •L'Art. 68 del CAD? No. •Riduzione spese correnti fuori scala dovute all'acquisto di prodotti proprietari? No. •… a favore di investimenti nel mercato locale? No. •La condivisione di un formato APERTO come l'Open Document Format valido per tutte le PA? No. •…
  88. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Le

    motivazioni per migrare (2/2) •Ispirarsi ad esempi locali? No. •2012: il Consorzio dei Comuni dell'Alto Adige ha migrato a LibreOffice 4.200 postazioni •2012: Migrazione a LibreOffice di 2.500 postazioni di lavoro nel Comprensorio sanitario di Bolzano? •2005: tutti i 3.300 PC delle scuole in lingua italiana di ogni ordine e grado, utilizzano esclusivamente Software Libero per la didattica (progetto FUSS)
  89. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare La

    motivazione “giusta”?
  90. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare La

    motivazione “giusta”? Tagliare i costi del personale per 16 mln di € (spending review)
  91. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Reazioni

    •proteste da parte di tutte le associazioni sindacali e dei dipendenti •apertura finestra di dialogo e richiesta alle associazioni sindacali di determinare fonti di risparmio alternative •Area Informatica: creazione di un Tavolo Tecnico per il Software Libero
  92. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Primo

    risultato del tavolo tecnico •Stesura di un documento condiviso che ha portato alle seguenti decisioni (Aprile 2013) (1) adozione di ODF come formato di scambio tra le PA altoatesine (2) migrazione graduale di tutte le PA a LibreOffice entro 3 anni (3) definizione di un programma entro giugno 2013
  93. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Conferenza

    stampa (20.06.2013) (1/2)
  94. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Conferenza

    stampa (20.06.2013) (2/2)
  95. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    programma Programma di creazione di competenze condivise tra Provincia, Sanità e Comuni con il coinvolgimento del mercato locale attraverso la migrazione a LibreOffice
  96. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Le

    motivazioni del programma? •Libertà •Formato aperto ODF •Risparmio •Rispetto delle norme •Personalizzazione •Sostegno al territorio •Etica
  97. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Positive

    side-effect •Creazione di un servizio per la generazione di documenti ODF da template (con lo stesso effetto generato dall'introduzione del componente WollMux a Monaco di Baviera)
  98. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Output

    principale del programma? •Costituzione di un Centro di Competenza LibreOffice nella PA sudtirolese •punto di riferimento per tutte le questioni inerenti all'utilizzo, all'estensione e alla gestione di LibreOffice in primis presso la Provincia Autonoma di Bolzano, il Consorzio dei Comuni e l'Azienda Sanitaria della Provincia Autonoma di Bolzano. •faciliterà la collaborazione tra gli enti coinvolti nel programma e fungerà da punto di contatto con le aziende locali coinvolte.
  99. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Struttura

    generale del programma (1/2)
  100. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Struttura

    generale del programma (2/2)
  101. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Costi

    del programma costo complessivo per i tre anni di programma di migrazione: 2.670.000 € IVA esclusa
  102. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Risultato

    accordo parti sociali (1/2)
  103. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Risultato

    accordo parti sociali (2/2)
  104. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Grazie

    per l'attenzione
  105. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare

  106. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Provincia

    di Macerata “Migratio ad liberum”
  107. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare La

    provincia di Macerata e l'Open Source •Delibera di Giunta n. 427 del 19.12.2012 •Ente Provincia •Centro Servizi Territoriali
  108. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare I

    contenuti della della Delibera •FLOSS - Free Libre Open Source Software •Contenimento della spesa pubblica •Mantenimento della capacità di risposta della struttura informatica •Tutela della concorrenza •Interoperabilità •Corrispondenza al quadro normativo nazionale
  109. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – L'ambito •10 aree omogenee – settori (Risorse umane, Ambiente, Urbanistica, ….) •12 sedi operative •450 stazioni di lavoro tutte dotate di Windows XP Professional SP3 e Microsoft Office 2003 Professional. •22 server di cui 10 dotati di Windows 2008 R2 e 12 con Linux CentOS. •4 software intersettoriali (Protocollo, Atti amministrativi, Gestionale finanziario, gestione presenze) •6 applicativi specifici di settore
  110. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – Gli obiettivi immediati •2 progetti paralleli da realizzare entro il 31.03.2014 •Migrazione di tutte le 450 stazioni di lavoro a LibreOffice 4.x •Messa in produzione di stazioni di lavoro dotate di Linux per le figure lavorative le cui mansioni non necessitano di specificità tecniche •Risparmi previsti 150.000€
  111. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – Lo stato dell'arte •230/450 stazioni di lavoro aggiornate •6/10 aree organizzative/settori già in produzione •E' stato realizzato un prototipo ma si sta cercando un sistema per la gestione del desktop
  112. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase preliminare •Funziona? •E' affidabile? •Necessità di formazione massiva dei nostri utenti?
  113. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase preliminare •I documenti regressi sono leggibili? •Oggetti OLE •Ms Query •Macro •Stampa unione •Alcune funzioni avanzate del foglio di calcolo •Access
  114. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase preliminare Pro Contro Soluzioni Funzioni avanzate Sono file prettamente ad uso individuale Esistono strumenti alternativi in LO L'utente ha un grado di conoscenze tecniche medio/alto e quindi pronto al cambiamento Difficili da catalogare Possono essere utilizzati in gruppi di lavoro Conversione con strumenti LO. Migrazione con altri strumenti Access Facilmente catalogabili Non esiste alternativa in LO. Complessi Accesso multiplo Erogazione in terminal server Migrazione a medio termine
  115. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase preliminare •L'integrazione con gli altri software •software intersettoriale (analisi e individuazione della soluzione) •software settoriale (analisi e individuazione della soluzione) •Software individuali (intervento al bisogno)
  116. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase preliminare •Distribuzione del software •Configurazione
  117. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase di test •Un intero settore (dirigente motivato, figure anche con conoscenze tecniche medio alte) •Rimozione della suite Ms Office •Messa a punto delle procedure di integrazione con gli applicativi •Valutazione dell'impatto sugli utenti (mancanza formativa) •Formazione delle figure interne per le funzionalità avanzate
  118. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    progetto – La fase attuativa •Un settore alla volta (priorità logistica e personale tecnico) •Incontro formativo/conoscitivo •Rimozione della suite Ms Office •Formato iniziale di default doc e xls sino al 50% delle utenze •Gestione delle eccezioni •Conversione •Migrazione •Erogazione in terminal server
  119. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Conclusioni

    •Non è semplicemente una scelta tecnica ma: •Amministratori e dirigenti motivati •Chiarezza sulle scelte •Motivazione del personale (le ricadute della scelta impatta completamente il loro operato) •Volontà di rivedere alcuni processi produttivi Altrimenti …...... Piove? Colpa di LibreOffice.
  120. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare LibreOffice

    Conference 2013 LibreOffice in Provincia di Cremona Milano, 27 Settembre 2013 Gianni Bassini ced@provincia.cremona.it
  121. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Scenario

    •Ente territoriale: 15 sedi; >500 stazioni di lavoro. •Forte interesse per Software libero dal 1997 nel settore S.I. (nella parte server, ma anche nella parte client) •Approccio a StarOffice e poi a OpenOffice.org dal 2002.
  122. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Vincoli

    Tecnici e soluzioni •Software sviluppato front-end Microsoft Access. (anche proveniente da altre amministrazioni). •Applicativi C/S che producono documenti in RTF / doc •Documenti prodotti da altre amministrazioni e utenti in formato proprietario. •Progressivo abbandono del front-end Microsoft Access per applicativi web e web 2.0 •Nuovi applicativi web e produzione di documenti in formato odt, pdf, p7m.
  123. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Migrazione

    a Open/Libreoffice •Sensibilizzazione della Dirigenza e della parte politica •Libre(Open)Office Team (grande impegno da parte dei colleghi del CED) •Formazione degli utenti • Corsi ad hoc (realizzando esigenze dell'utenza). • Corsi ripetuti più volte (repetita iuvant). • Corsi differenziati per applicativo e livello. •Anno 2007 – 12 sessioni “generiche” di 2 giornate . •Anno 2011-2012 – 26 sessioni “specifiche”. •Assistenza fulltime: e-mail dedicata, sito interno, telefono
  124. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Progetto

    di Migrazione • Obiettivo: sostituzione del software proprietario utilizzato nell'attività di ufficio con LibreOffice – sostenuto dalla Direzione Generale • Selezione di 50 persone che utilizzeranno esclusivamente LibreOffice per la loro attività lavorativa con queste linee guida: • tutti i nuovi documenti, anche quelli da condividere, verranno creati con LibreOffice, quindi chi li dovrà aprire e modificare lo farà con LibreOffice, in quanto si trova installato su tutti i computer dell'Ente. • tutti i propri documenti non condivisi verranno aperti con LibreOffice e salvati nel formato di LibreOffice, in modo da testare la compatibilità con i software proprietari; tutti i documenti condivisi da altri verranno aperti con LibreOffice e salvati nel formato nativo. • tutti i documenti da condividere che non devono essere modificati verranno creati con LibreOffice e poi condivisi in formato PDF.
  125. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare Il

    futuro •LibreOffice e la trasparenza, LibreOffice e la firma digitale. LibreOffice e l'output degli applicativi. •Cosa ci serve da LibreOffice ? (Base!)
  126. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare LibreOffice

    Conference 2013 Grazie per l'attenzione Ing.Gianni Bassini ced@provincia.cremona.it
  127. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare MIGRAZIONE

    DELLA CISL BERGAMO DA MS OFFICE A LIBREOFFICE
  128. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •

    FINO AL 2002 SU TUTTE LE MACCHINE ALL'INTERNO DELLA CISL DI BERGAMO ERA INSTALLATO SOLO MICROSOFT OFFICE NON SEMPRE NELLA VERSIONE ORIGINALE • SI DECISE IN UNA PRIMA FASE, IN ACCORDO FRA LA SEGRETERIA CISL E GLI INFORMATICI ALL'INTERNO DELLA CISL DI BERGAMO, DI INSTALLARE SULLE MACCHINE DEGLI OPERATORI DEL CAF-CISL OPEN OFFICE PERCHÈ NON AVENDO IL PACCHETTO OFFICE NON AVEVANO LA POSSIBILITÀ DI APRIRE I DOCUMENTI, INIZIANDO NEL CONTEMPO AD INSTALLARE OPEN OFFICE INSIEME A MS OFFICE SULLE MACCHINE DEI SINDACALISTI CISL • LE MACCHINE DEL PATRONATO INAS A TUTT'OGGI CONTINUANO AD USARE OFFICE • L'UFFICIO VERTENZE DELLA CISL DI BERGAMO GRAZIE AL PROGRAMMA GIV (GESTIONE VERTENZE) UTILIZZA OPEN OFFICE
  129. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •CI

    SI ERA RESI CONTO DEL COSTO SEMPRE PIÙ ECCESSIVO DELLE LICENZE DI MICROSOFT CONNESSO AL RISCHIO DI INSTALLARE COPIE SENZA LICENZA •PER CUI QUELLA CHE INIZIALMENTE FU DETTATA COME SCELTA TECNICA E DI ONESTÀ, VENNE ASSUNTA COME SCELTA POLITICA •OVVERO: OGNI CENTESIMO DI EURO CHE ENTRA NELLE CASSE DEL SINDACATO APPARTIENE AI NOSTRI ASSOCIATI, AI QUALI ABBIAMO IL DOVERE DI FARE SAPERE COME VENGONO UTILIZZATE LE QUOTE ASSOCIATIVE
  130. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •UN

    PRIMO SIGNIFICATIVO E CONCRETO PASSO VERSO LA TRASPARENZA E IL BILANCIO SOCIALE
  131. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •SITUAZIONE

    ATTUALE
  132. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •

    A OGGI LA SITUAZIONE ALL'INTERNO DELLA CISL-BERGAMO È LA SEGUENTE: • TOTALE PC IN CISL BERGAMO 340 • TOTALE MACCHINE SU CUI È INSTALATO LIBREOFFICE SIA PARTE POLITICA CHE SERVIZI 297 • TOTALE MACCHINE SU CUI È INSTALLO MINT/UBUNTU 19 • IN FIBA CISL BERGAMO QUATTRO MACCHINE HANNO INSTALLATO UBUNTU E DUE WINDOWS • SI PUÒ PARLARE E AFFERMARE DI AVERE OTTENUTO UN BUON RISULTATO! • LA STRADA È ANCORA LUNGA MA GUARDIAMO AVANTI CON OTTIMISMO E VOGLIA DI MIGLIORARE SEMPRE DI PIÙ
  133. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •TUTTO

    QUESTO GRAZIE A.........
  134. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •SCAMBIO

    CONTINUO E PROFICUO FRA STAFF INFORMATICO CISL BERGAMO E SEGRETERIA CISL BERGAMO •COLLABORAZIONE ASSIDUA E COSTANTE DEGLI INFORMATICI RIVOLTA A TUTTE LE PERSONE CHE OPERANO IN CISL A BERGAMO E CHE RISCONTRONO DIFFICOLTÀ NELL'UTILIZZO DI LIBREOFFICE •AGGIORNAMENTI DELLE VARIE VERSIONE DI LIBREOFFICE CON UN OCCHIO DI RIGUARDO ALLA STABILITÀ
  135. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •COSA

    MANCA?
  136. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare •

    SICURAMENTE QUELLO CHE MANCA OGGI ALLA CISL DI BERGAMO È UN PIANO STRUTTURATO, COSTANTE E CONTINUO DI FORMAZIONE PER LIBREOFFICE, SENZA LA QUALE SI RISCHIA DI PROCEDE A RILENTO O DI VANIFICARE GLI SFORZI FINO A QUI FATTI • UN PRIMO CONTATTO FRA ITALO VIGNOLI CON LA CISL BERGAMO E LA CISL LOMBARDIA C'È STATO, SI TRATTA DI OTTIMIZZARLO PORTANDOLO A UNA PROFICUA E COSTANTE COLLABORAZIONE
  137. Migrare a LibreOffice si può fare, si deve fare QUANDO

    HAI UN SOGNO VAI E INSEGUILO (Alla ricerca della felicità)