Fuga dalla Comfort Zone

Fuga dalla Comfort Zone

La mia Ignite session tenuta in occasione del KnowCamp 2011 (9 ottobre, Modena)

E3550767c858c787c35c280047ff789c?s=128

Nicola Iarocci

October 13, 2011
Tweet

Transcript

  1. fuga dalla Nicola Iarocci / @nicolaiarocci

  2. None
  3. None
  4. None
  5. nuove tecniche e strategie influenzano il mio modo di ragionare

  6. nuovi paradigmi aumentano la percezione delle mie possibilità

  7. rompere gli schemi uscire da schemi e strutture familiari è

    difficile
  8. (re)imparare a imparare apprendimento, una abilità che va allenata

  9. ritorno di fiamma ho ritrovato entusiasmo e passione per il

    mio lavoro
  10. competenze inaspettate nuove frecce al mio arco

  11. ridurre la dipendenza dagli strumenti quotidiani (e introdurne di nuovi)

  12. aprirsi a nuove comunità illuminando la mente con idee nuove

    e originali
  13. talebano? http://nelm.io/shop/

  14. la competenza è trasferibile il mio mestiere non è i

    miei strumenti
  15. nuove relazioni “faccio cose, vedo gente” (networking)

  16. None
  17. Comfort Zone “Uno stato comportamentale nel quale la persona opera

    in assenza di ansia, ricorrendo ai comportamenti minimi sufficienti a mantenere un livello costante di produttività, senza avvertire alcuna sensazione di rischio.” (White 2009) http://en.wikipedia.org/wiki/Comfort_zone
  18. Optimal Performance Zone “Una zona in cui la performance di

    una persona è migliore e le sue abilità ottimizzate. Uscire dalla comfort zone comporta un aumento del livello di stress che, a sua volta, produce concentrazione e focus.” White (2009) http://en.wikipedia.org/wiki/Comfort_zone
  19. None
  20. Get Your Ass Out of Your Comfort Zone! grazie @nicolaiarocci

    / nicolaiarocci.com follow me Rielaborazione di “Sui Vantaggi del Programmatore Poliglotta”di Nicola Iarocci special thanks to Davy Brion, Alessandra Farabegoli and Pierre Spring