RRA - Ricerca Risposta Abitativa Regione Lombardia

RRA - Ricerca Risposta Abitativa Regione Lombardia

7c0b90f83548dc0cd29e0bdc6f2e6236?s=128

Fondazione Bertini

November 11, 2013
Tweet

Transcript

  1. RRA - Ricerca Risposta Abitativa Presentazione di RRA, Ricerca Risposta

    Abitativa, Regione Lombardia Le politiche della Regione Lombardia per la Salute Mentale, fra continuità e innovazione Milano, 11 novembre 2013 Giovanni Sironi Fondazione Bertini Onlus 1 1
  2. 2 Progetti innovativi di residenzialità CRM 22 comunità 275 utenti

    inseriti 60 progetti, 173 appartamenti 399 utenti inseriti RL 2
  3. 3 CRM RL 1 - Mappatura e GIS 147 abitazioni

    3
  4. 4 Cps “non attivati” Variabili nominali (Pubblico / privato) 1

    - Mappatura e GIS 4
  5. 5 Dimensioni Numero di utenti 1 - Mappatura e GIS

    5
  6. 6 Variabili ordinali (LOCALI/UTENTE) In quasi una RL su tre

    ciascun utente dispone di più di due locali Gennaio 2012: 10 posti liberi CRM 65 posti liberi RL 12 abitazioni con più di 3 locali/utente 1 - Mappatura e GIS 6
  7. 7 Variabili ordinali (TASSO RICOVERI) Molto basso: - soltanto il

    50% delle abitazioni con il dato (125 su 147) ha mai avuto ricoveri - anche in questi, la mediana è di 1,2 all’anno 1 - Mappatura e GIS 7
  8. 8 CPS, CRM, RL Variabili ordinali (OPERATORI/UTENTE) CRM: da 17

    a 80 ore settimanali utente RL: da 2 a 18 ore settimanali utente 1 - Mappatura e GIS 8
  9. 9 Cps “non attivati” Prossimità 1 - Mappatura e GIS

    9
  10. 10 Relazioni e Aree Es.: Garbagnate, Como Sovrapponibili 1 -

    Mappatura e GIS 10
  11. 11 Es.: Lecco, Pavia Relazioni e Aree Diverse 1 -

    Mappatura e GIS 11
  12. 12 78 responsabili di progetto / struttura 114 case manager

    39 referenti territoriali 2 - Survey 380 utenti 203 familiari 12
  13. 13 2 - Schede Abitazioni e indicatori 13

  14. 14 Variabili descrittive 2 - Schede Abitazioni e indicatori 14

  15. 15 Indicatori QUALITA’  INTERNA RELI  -­‐  QUALINT QUALITA’  ESTERNA RELI

     -­‐  QUALES SODDISFAZIONE  CFU SODDISFAZIONE  AUT. RELI-­‐SODDISFAZIONE INTEGRAZIONE  GRUPPO INTEGRAZIONE  ESTERNO RELI-­‐INTEGRAZIONE PUNTEGGIO  UNICO RELI-­‐UNIQUE CLUSTER 2 - Schede Abitazioni e indicatori 15
  16. 16 Cluster 2 - Schede Abitazioni e indicatori 16

  17. 17 17

  18. 18 2 - Cluster RL 18

  19. 19 2 - Cluster RL 19

  20. 20 2 - Cluster CRM 20

  21. 21 0,64 Soddisfazione - sicurezza, molto netta 2 - Correlazioni

    21
  22. 22 0,16 Soddisfazione - presenza spazi verdi, quasi assente 2

    - Correlazioni 22
  23. 23 Alta soddisfazione per i progetti innovativi Non viziata da

    medie sempre alte 2 - Altri risultati quantitativi 23
  24. 24 25 focus group 197 operatori 3 - Analisi qualitativa

    24
  25. 25 3. 25 focus group 197 operatori 3 - Mappa

    dei Focus group 25
  26. 26 Contrattazione con il territorio Ristrutturazione in cambio di ingresso

    altri utenti Fondo intercomunale, piani di zona Progetti innovativi come occasioni per la riprogettazione Sperimentazione dei contesti Disporre delle risorse, non disperderle Evitare concentrazioni eccessive RL: Decisamente bene le 5 cascine Particolarità del territorio: in particolare in montagna Restituzione dei cambiamenti Equipe Gruppo di utenti Reti 3 - Buone prassi CRM: “Palestra”, “Casette” Allenamento alla vita in autonomia 26
  27. Sallies • BISOGNA CAMBIARE FORMA MENTIS DI COMUNI E CITTADINI,

    C’È ANCORA L’IDEA “E’ UN PAZIENTE PSICHIATRICO? CHE VADA IN COMUNITÀ ” • GLI UTENTI TENDONO A VEDERE NELLE PERSONE STRANIERE DELLE PERSONE "FRAGILI" E QUINDI SOLIDARIZZANO CON LORO, FANNO ADDIRITTURA DELLE PARTITE DI SCACCHI INSIEME. • IL FATTO DI RISIEDERE UN CONDOMINIO E QUINDI DI POTER RELAZIONARSI CON LE PERSONE, FACENDO CONOSCERE LA DISABILITÀ PSICHICA NON COME PAURA MA POSSIBILITÀ DI CONVIVENZA POSSIBILE • IL CONTESTO ABITATIVO IL LAGO IL PAESINO PICCOLO SONO LE CARATTERISTICHE CHE PIU' GLI PIACCIONO, NON VIENE CONSIDERATO UN NUMERO O UN PESO • LA COSA CHE PIÙ MI DUOLE È CHE LA MAGGIOR PARTE DEGLI OSPITI SI SENTONO COSTRETTI O DAI FAMIGLIARI O DAI CPS A ENTRARE NELLE STRUTTURE. QUINDI NON LE VIVONO COSÌ COME DOVREBBERO ESSERE VISSUTE CIOÈ COME UN PERCORSO COMUNITARIO DI VITA CHE OFFRE LA POSSIBILITÀ DI CRESCERE, DI SMUSSARE DEGLI ANGOLI, DI METTERSI ALLA PROVA, DI RIMETTERSI IN GIOCO. • E' IMPORTANTE PIU' DI UNA FAMIGLIA CI VOGLIAMO BENE E CONDIVIDIAMO LE NOSTRE MALATTIA • IL POTER DIRE TORNO A CASA 27 27